Ancora un frammento del "De bello hydruntino" galateano